24 Ottobre 2018 By rossana.amoroso 0

Secondo trimestre, cosa succede?

Finalmente il secondo trimestre è arrivato: la pancia cresce, il bimbo inizia a farsi sentire e tutti quei disturbi tipici del primo trimestre spariscono.

Dal quarto mese in avanti la fame aumenta notevolmente in contemporanea con la crescita della pancia, ma, con la crescita della pancia, lo spazio a disposizione per lo stomaco diminuisce e quindi potrebbe avvertirsi precocemente il senso di sazietà. Risulta essere molto importante, quindi, frazionare i pasti (5/6 al giorno) per evitare di mangiare più di quanto il nostro stomaco sia in grado di contenere in questo momento (provocandoci in questo modo non pochi dolori) o arrivare a mangiare troppo poco.

Inoltre è fondamentale fare attenzione che nella dieta siano presenti tutti i macronutrienti (carboidrati, proteine, grassi) e i micronutrienti (vitamine e sali minerali) nelle giuste quantità per evitare la malnutrizione materna (e, di conseguenza, fetale), con tutte le conseguenze che essa può portare:

  • ridotto peso fetale alla nascita: i bimbi nati con basso peso alla nascita hanno un aumentato rischio di compromissione dello sviluppo fisico e mentale. Possono crescere più lentamente (e rimanere più bassi della media) e avere più difficoltà di apprendimento rispetto ai bambini nati con un peso sano (≥ 2,5 kg)
  • ritardo dello sviluppo degli organi fetali durante la gravidanza
  • nascita pretermine
  • predisposizione per malattie in età adulta del neonato (diabete tipo 2, sindrome metabolica, obesità, dislipidemia, osteoporosi)

Se non siete sicure che ciò che state mangiando sia “giusto”, parlatene con un dietista che saprà consigliarvi e indirizzarvi nel migliore dei modi.

In questo periodo rimane il divieto per il fumo e le bevande alcoliche, ma anche limitazioni per caffè e tè (meglio quelli decaffeinati/deteinati), sale (poco e iodato), zucchero e dolcificanti in generale.

Ma quindi, quanto peso posso “prendere”? Non bisogna avere paura del peso preso in gravidanza, perché le riserve accumulate saranno fondamentali per allattare il nuovo arrivato. Quindi, assolutamente VIETATE le diete ipocaloriche. Seguite sempre il vostro senso di fame/sazietà e seguite le regole della piramide alimentare per fare buone scelte alimentari.

Questi sono i limiti di peso che indicativamente si può acquistare in gravidanza, in base all’indice di massa corporea pre-gravidico:

Sottopeso (< 18.5 kg/m2): da 12,7 a 18,2 Kg
Peso normale (18.5 – 24.9 kg/m2): da 11 a 16 Kg
Sovrappeso (25.0 – 29.9 kg/m2): da 6,8 a 11 Kg
Obesità (≥ 30.0 kg/m2): da 5 a 9 Kg

Infine, ricordiamoci che l’attività fisica dolce (tipo il corso in acqua per gestanti) è uno dei modi migliori per evitare un aumento di peso eccessivo, per migliorare la circolazione e per mantenere la massa muscolare.

Come nell’ultimo articolo sul primo trimestre di gravidanza (se non lo avete letto lo trovate qui), consiglio nuovamente a tutte le donne che stanno vivendo questo particolare e meraviglioso momento della vita, di trovare un’ostetrica di cui possiate fidarvi e che possa aiutarvi a rispondere agli interrogativi e alle paure che questo momento speciale porta con sé.

Per approfondimenti:

https://www.myvmc.com/pregnancy/under-nutrition-before-and-during-pregnancy/